0 Condivisioni 536 Leggi tutti gli articoli

Mahmood ha vinto il Festival di Sanremo 2019

Alessandro Crupi - 10 febbraio 2019
Alessandro Crupi
10 febbraio 2019
536 Leggi tutti gli articoli
Festival-di-Sanremo

Trionfo inaspettato ai più per Alessandro Mahmood con la canzone “Soldi” al 69° Festival di Sanremo che, nella serata conclusiva, ha offerto il consueto applaudito mix di emozioni unite alla buona musica del panorama nazionale. Mahmood conquista, così, il successo assoluto al debutto sul palco dell’Ariston dopo la vittoria al Sanremo Giovani alla fine del 2018.

Ha vinto soprattutto grazie ai voti della giuria degli esperti e della sala stampa in quanto il cantante più votato con il televoto è stato Ultimo, giunto secondo. Solo con il televoto, invece, Mahmood sarebbe risultato all’ultimo posto.

L’omaggio del Festival di Sanremo all’Avanspettacolo

Come nelle puntate precedenti, anche l’ultima serata del Festival di Sanremo è stata aperta dall’indiscussa arte di Claudio Baglioni che ha cantato la sua “E adesso la pubblicità”.

Prima di far entrare sulla scena il duo Raffaele (in abito rosso e blu scuro)-Bisio ha espresso un significativo pensiero: “Ha vinto la musica. Hanno vinto le speranze di tanti giovani e meno giovani artisti. Abbiamo bisogno di un Festival della canzone italiana”.

Entra nel vivo la gara. Ad inaugurare la competizione dei 24 artisti musicali ci pensano Daniele Silvestri e Rancore, seguiti da Anna Tatangelo, I Negrita, Ultimo (a cui il pubblico riserva una vera e propria ovazione) e Nek.

L’omaggio di questa serata è in onore del grande “Avanspettacolo” con l’interpretazione di un classico del Trio Lescano composto da Erminio Macario: “Camminando sotto la pioggia”. Ad esibirsi sono proprio i tre padroni di casa Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

Al termine i due romani Baglioni e Raffaele scherzano sul modo di parlare molto rapido di Claudio Bisio, definito “l’uomo del Nord”. E subito dopo all’esterno dell’Ariston una performance inedita: quella de “Lo Stato Sociale” assieme a Renato Pozzetto sulle note di “E la vita, la vita”.

Eros Ramazzotti strega il Festival di Sanremo

Arriva il momento del primo super ospite della serata conclusiva del Festival di Sanremo: Eros Ramazzotti. Acclamato dal pubblico irrompe sul palco e canta il nuovo singolo “Vita c’è n’è”.

Poi si tuffa nel passato e intona, assieme a Baglioni, il brano che l’ha lanciato nel 1986: “Adesso tu”. Gli spettatori chiedono il bis e arriva Luis Fonsi ad affiancarlo. La platea scatta in piedi e ancora per la gioia e l’esaltazione del pubblico la gara riprende con la grinta di Loredana Bertè che rilancia la sua canzone “Cosa ti aspetti da me”. E spacca.

L’Ariston la ama e le tributa un’altra standing ovation. È lei la vincitrice morale del Festival. È il turno, poi, di Francesco Renga e successivamente del futuro vincitore Mahmood, presentato da Elena Sofia Ricci, membro della giuria d’onore. Prima di cantare un piccolo inconveniente tecnico a causa del fatto che il cantante non sente la propria voce.

Il problema viene risolto e la canzone fluisce, così come le prove degli Ex-Otago e de “Il Volo”. Dopo di loro Virginia Raffaele dà piena dimostrazione della propria bravura inscenando una serie di imitazioni da applauso, da Giusy Ferreri ad Ornella Vanoni passando per Fiorella Mannoia.

È il suo terreno naturale, e si vede. La gara riprende con una briosa Paola Turci alla quale segue l’esibizione dei “The Zen Circus”. Prima di Patty Pravo e Briga, il trio Baglioni-Raffaele-Bisio manda in onda la gag stile “Famiglia Addams” canticchiando un motivetto di saluto e ringraziamento per questo Festival di Sanremo.

Emozioni impetuose per Elisa

Lo sketch precede l’ingresso del secondo super ospite: un’emozionatissima Elisa, che commuove quando, assieme a Baglioni, omaggia la memoria di Luigi Tenco cantando “Vedrai vedrai” del 1965. L’Ariston è in piedi.

L’emozione pervade anche Arisa nel momento della sua “Mi sento bene”. L’artista genovese precede gli ingressi di Irama, Achille Lauro, del duo napoletano Nino D’Angelo-Livio Cori e di quello giovanissimo Federica Carta-Shade (51 anni in due). Arriva in seguito Simone Cristicchi, uno dei più apprezzati dal pubblico dell’Ariston, che entusiasma e commuove.

Anche Enrico Nigiotti con “Nonno Hollywood” fa il suo effetto-affetto verso la platea commuovendosi e commuovendo. È il turno dei Boomdabash e di Einar. Conclude la rassegna degli artisti Francesco Motta.

Il Festival di Sanremo numero 69 si avvicina alla conclusione e, in attesa della classifica dall’ultima posizione fino alla quarta, Claudio Baglioni e Virginia Raffaele cantano il nostalgico “Breve amore”.

Fischi dell’Ariston alla classifica finale

Inizia a scorrere la classifica accompagnata da bordate di fischi e urla di disapprovazione del pubblico che avrebbe voluto Loredana Bertè vincitrice o almeno tra i primi tre acclamandola a gran voce. La cantante, invece, è quarta.

La platea non si placa e deve intervenire Baglioni per chiedere rispetto nei confronti dei finalisti. Quando rientra la Raffaele per presentare l’ultimo ospite della serata, il mago Forest, l’Ariston chiama ancora la Bertè.

A Daniele Silvestri con “Argento Vivo” vengono assegnati i Premi della critica, “Lucia Dalla” e “Sergio Bardotti” per il miglior testo. Il Premio Sergio Endrigo per la migliore interpretazione e quello “Giancarlo Bigazzi” per la miglior composizione musicale all’ottimo Simone Cristicchi mentre il Premio “Tim Music” per la canzone più ascoltata è appannaggio di Ultimo.

Arriva il momento clou. Claudio Bisio legge il nome del terzo classificato, “Il Volo”, mentre a Baglioni spetta il nome più importante, quello del vincitore: Mahmood. Secondo è Ultimo.

La classifica finale del Festival di Sanremo 2019

Ed ecco la classifica finale completa del Festival di Sanremo 2019:
1 – Mahmood
2 – Ultimo
3 – Il Volo
4 – Loredana Bertè
5 – Simone Cristicchi
6 – Daniele Silvestri
7 – Irama
8 – Arisa
9 – Achille Lauro
10- Enrico Nigiotti
11- Boomdabash
12- Ghemon
13- Ex Otago
14- Motta
15- Francesco Renga
16- Paola Turci
17- The Zen Circus
18- Federica Carta e Shade
19- Nek
20- Negrita
21- Patty Pravo e Briga
22- Anna Tatangelo
23- Einar
24- Nino D’Angelo e Livio Cori
Questo, invece, era accaduto nella quarta serata del Festival.

(Foto: www.lastampa.it)

Loading...

Vi consigliamo anche

Bl4ir – Me Llama: audio e testo
Musica

Bl4ir – Me Llama: audio e testo

Alessandro Crupi - 9 marzo 2019
Love me di Poli ok. Il testo
Musica

Love me di Poli ok. Il testo

Alessandro Crupi - 1 marzo 2019