0 Shares 232 Views

“The Beatles in India”: il film sul viaggio della band che ha cambiato la storia della musica

Violetta Grieco - 18 febbraio 2018
Violetta Grieco
18 febbraio 2018
232 Views

Immortali, classici e visionari il fenomeno dei Beatles è destinato a durare in eterno, ormai parte integrante della cultura pop e non. A partire dal prossimo autunno uscirà il film documentario “The Beatles in India” incentrato sul viaggio che il quartetto di Liverpool intraprese per Rishikesh, presso l’ashram di Maharishi Mahesh Yogi al fine di studiare meditazione trascendentale.

La regia è a cura di Paul Saltzman che prese parte al viaggio con le mogli e compagne del gruppo stesso.

L’ashram dove soggiornarono era lussuoso rispetto a tutti gli altri: si mangiava tutti insieme in una sala comune ed ovviamente la maggior parte delle giornata veniva impiegata nelle sessioni di meditazione e pare che lo stesso maestro avesse chiesto il permesso per realizzare una pista di atterraggio per i jet.

La prima volta che i Beatles videro Maharishi Mahesh Yogi  fu ad una conferenza all’ Hilton di Park Lane a Londra grazie alla moglie di George Harrison ed in questo stesso incontro fu loro proposto di recarsi ad un ritiro in Galles il giorno successivo. Come narrato più volte dai giornalisti e critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo nelle loro “Lezioni di Rock”, durante questo soggiorno vi era anche Mick Jagger, amico della band (al contrario di quello che si pensi). Dopo questa esperienza i Fab Four dichiararono di non voler più assumere più droghe che non fossero cannabis e Maharishi chiese loro di non unirsi al movimento anti-nucleare.

Gli impegni discografici portarono il gruppo a posticipare il loro viaggio in India al febbraio del 1968: il primo ad andare via dopo poche settimane fu però Ringo e Paul a seguire. Lennon ed Harrison invece lasciarono l’ashram verso aprile: non si sa se perchè lo Yogi avesse fatto delle avances a diverse donne (tra cui Mia Farrow) o perchè i fini del maestro fossero in realtà economici e non spirituali ma sicuramente la persona che rimase più influenzata dalla meditazione trascendentale fu George Harrison.

L’ashram di Rishikesh dopo uno stato di abbandono verrà riaperto il prossimo marzo in occasione del Festival Internazionale di yoga.

Saltzman ha dichiarato che aveva in mente di realizzare questo film dagli anni ‘90 ma, un recente viaggio in India ed il fatto che tre persone diverse lo abbiano messo in contatto con Paul McCartney, hanno fatto in modo che il progetto venisse alla luce.

Non ci resta altro che aspettare l’uscita del film per sapere di più sul ritiro che la band più famosa della storia della musica fece in India e che influenzò la cultura occidentale di quegli anni.

[Foto: www.travelweare.com]

Loading...

Vi consigliamo anche

Dj Mag: chi è?
Cultura

Dj Mag: chi è?

Martina Manoni - 15 settembre 2018
Bestseller libri settembre 2018
Altro

Bestseller libri settembre 2018

Martina Manoni - 14 settembre 2018