0 Condivisioni 691 Leggi tutti gli articoli

Pasquetta 2019: cosa fare?

Alessandro Crupi - 21 aprile 2019
Alessandro Crupi
21 aprile 2019
691 Leggi tutti gli articoli
Pasquetta-2019

La Pasqua è arrivata e sono tanti coloro che già stanno programmando cosa fare e dove andare domani: il lunedì dell’Angelo definito comunemente “Pasquetta“, che in questo 2019 sarà speciale.

Pasquetta 2019, tante le opportunità in Italia

Dalla classica gita fuori porta al picnic passando per i concerti e la visita di luoghi d’interesse storico e culturale. Sono tante le opzioni da poter valutare tenendo sempre presente i disagi causati dalle possibili code sulle strade più trafficate in questo giorno dell’anno.

La Pasquetta 2019, inoltre, può rappresentare per tanti l’inizio di un lungo periodo di vacanza sfruttando i due ponti offerti dal calendario. Quello del 25 aprile e quello del primo maggio. Sperando nella clemenza del meteo, una prima scelta interessante è la città d’arte.

Aspetto su cui l’Italia non è seconda a nessun Paese al mondo. I tanti musei, i siti e gli incantevoli scenari paesaggistici di città come Roma, Firenze, Venezia, Napoli, Ravenna, Assisi, San Marino, Urbino, Matera, Torino, Milano, Palermo e Reggio Calabria sono pronti ad accogliere la consueta moltitudine di turisti e visitatori.

Pasquetta 2019 tra borghi e trekking

Se invece si preferisce l’atmosfera più raccolta e magica dei borghetti anche qui la Pasquetta 2019 nel Belpaese offre tanto. Sia per la vista degli occhi che per soddisfare il palato con le specialità enogastronomiche locali.

Civita di Bagnoregio nel Lazio, Ossana in Trentino, Elcito nelle Marche, Marzamemi in Sicilia e Bagno Vignoni in Toscana sono solo alcune tra le idee disponibili. Altra opportunità, per gli amanti del relax, è data dalle località termali.

E poi ci sono le immancabili passeggiate all’aria aperta, immersi nella natura per staccare la spina dal caos delle grandi città. La stagione primaverile si sposa perfettamente con il trekking attraverso tante opportunità pronte per essere colte tra Alpi e Appennini.

(Foto: www.studentville.it)

Loading...

Vi consigliamo anche