0 Condivisioni 507 Leggi tutti gli articoli

Uno spettacolo immersivo unico al mondo: “Giudizio Universale. Michelangelo and the secrets of the Sistine Chapel”

Violetta Grieco - 3 marzo 2018
Violetta Grieco
3 marzo 2018
507 Leggi tutti gli articoli
Giudizio Universale

Da diversi anni in Italia sta prendendo piede il trend delle mostre che introducono lo spettatore alla realtà immersiva. “Giudizio Universale. Michelangelo and the secrets of the Sistine Chapel” sarà visitabile dal 15 marzo prossimo presso l’Auditorium Conciliazione, a pochi metri dal territorio vaticano. Grazie a perfomance dal vivo, musiche ed effetti speciali sembrerà davvero di trovarsi dentro la maestosa opera di Michelangelo.

La direzione artistica è stata affidata a Marco Balich, lo stesso che ha curato “L’albero della Vita” ad Expo 2015 e diverse cerimonie Olimpiche, il tutto sotto la consulenza scientifica dei Musei Vaticani.

Ovviamente il capolavoro che si trova all’interno dello Stato Vaticano non si può emulare e la visione dal vivo crea uno stordimento che comprende tutti i sensi, qui però lo spettacolo ha l’intento di unire il racconto dell’opera agli strumenti dell’intrattenimento dal vivo grazie all’utilizzo delle tecnologie più avanzate.

Davvero curioso è il fatto che prima di alcuni temi della Cappella Sistina Michelangelo non avesse mai dipinto alcun affresco, anzi: pare non accettò molto volentieri l’incarico, dato che la sua peculiarità era quella di essere uno scultore e sorprende come ci abbia impiegato solo quattro anni di lavoro con un risultato così straordinario. Per la prima volta nel mondo della storia dell’arte Dio venne umanizzato: fino ad allora infatti era rappresentato solamente come una mano che compariva dal cielo e sorprende ancora di più sapere che il Giudizio Universale sia stato affrescato soltanto in una fase successiva rispetto alla volta.

La composizione del tema musicale è stata affidata a Sting e la durata dello show è di 60 minuti dove si approfondirà come è nato il capolavoro della Cappella Sistina, le reazioni di Michelangelo ma soprattutto si potrà entrare dentro il Giudizio Universale attraverso la realtà immersiva a 270°.

La voce narrante è stata affidata all’attore romano PierFrancesco Favino e la produzione è a cura di Artainment.

Non ci resta dunque che aspettare il mese di Marzo per visitare una delle mostre più innovative degli ultimi anni ma solo dopo aver attraversato lo Stato Vaticano lì vicino ed essere entrati ai Musei ad ammirare una delle opere più sconvolgenti che l’uomo abbia mai creato.

[Fonte: www.youtube.com]

Loading...

Vi consigliamo anche