0 Shares 203 Views

Calciomercato Serie A, i grandi colpi della storia

Alessandro Crupi - 11 luglio 2018
Alessandro Crupi
11 luglio 2018
203 Views
Calciomercato Serie A

Con il clamoroso quanto sensazionale acquisto di CR7 Cristiano Ronaldo da parte della Juventus (il più costoso della storia del nostro calcio seguito da quello di Higuain), la Serie A italiana ritorna ad essere grande protagonista del calcio mondiale.

La Serie A italiana ritorna grande

Il più grande giocatore del mondo attualmente in attività approda nel nostro Campionato di punta riversando su di esso litri di linfa vitale in una fase di profonda crisi, la cui punta dell’iceberg è stata toccata con la mancata qualificazione della Nazionale Italiana ai Mondiali di Russia.

Adesso, con l’arrivo di Ronaldo, inizia a respirarsi un’aria molto diversa e la mente ritorna ai fasti passati di una Serie A che, una volta, era meta dei più grandi campioni del calcio internazionale e, non a caso, era definito il Campionato più bello e importante del mondo.

Un periodo d’oro vissuto, soprattutto, negli anni Ottanta e Novanta quando non c’era la crisi economica di adesso, si viaggiava con il vento in poppa mettendo a segno nel calciomercato colpi da primato assoluto con cifre astronomiche, per l’epoca.

L’epoca d’oro del calciomercato italiano. I grandi colpi

Tra i diversi calciatori di livello mondiale venuti in Italia, tre hanno rappresentato l’eccellenza: Michel Platini, Diego Armando Maradona, Ronaldo e adesso, ovviamente, Cristiano Ronaldo. Ad essere sinceri, il primo vero grande colpo di mercato in questa fase fu quello della Roma nel calciomercato relativo alla stagione 1980-81 con l’acquisto di Paulo Roberto Falcão.

Il club lo strappò alla concorrenza per un milione e mezzo di dollari. Nel 1982 scende in campo la Juve con la celebre coppia Platini-Boniek. Il fuoriclasse francese fu rilevato dal St. Etienne per 250 milioni di lire (451mila euro). Un quinto di quanto oggi il prestigioso club italiano ha sborsato al Real Madrid per Cristiano Ronaldo. Poi, ci fu il brasiliano Zico all’Udinese, mago delle punizioni, che costò 8 miliardi di lire.

Maradona il più grande acquisto prima di Cristiano Ronaldo

Il prologo a quello che sarebbe diventato, prima di Cristiano Ronaldo, il vero colpo del secolo in una stagione di calciomercato di Serie A. Ovvero il trasferimento di Diego Armando Maradona dal Barcellona al Napoli di Ferlaino il 5 luglio del 1984, che fruttò una fase di palpitanti successi per i partenopei, custodita per sempre nella memoria collettiva.

El Pibe de Oro giunse a Napoli per 13,5 miiardi di lire (19,1 milioni di euro al cambio). All’appello mancano ancora le milanesi, che però non si fecero attendere. Il Milan si assicurò il fenomeno Marco Van Basten dall’Ajax che, con Gullit e Rijkaard, andò a formare il famoso trio vincente degli olandesi nel club rossonero diretto da Silvio Berlusconi.

L’Inter attese ancora qualche anno ma calò il suo asso nel 1997 con il grande Ronaldo, per il quale spese 48 miliardi di lire. L’anno prima era stata protagonista ancora la Juve spalancando le porte di Torino a Zinedine Zidane e prima ancora, nel ’95, il Parma aveva portato in Italia il Pallone d’oro Hristo Stoičkov. Gli ultimi colpi di mercato italiani in ordine di tempo, furono quelli di Rivaldo e Ronaldinho, entrambi passati al Milan nel primo decennio del nuovo secolo.

[Immagine: www.itasportpress.it]

Loading...

Vi consigliamo anche

Ufficiale Var in Champions League
Calcio

Ufficiale Var in Champions League

Alessandro Crupi - 27 settembre 2018
The Best Fifa 18, i vincitori
Calcio

The Best Fifa 18, i vincitori

dgmag - 25 settembre 2018
Inno Champions League, cosa dice?
Calcio

Inno Champions League, cosa dice?

Alessandro Crupi - 19 settembre 2018