0 Condivisioni 577 Leggi tutti gli articoli

Francesco Totti saluta la Roma: ecco la sua lettera d’addio

Emanuele Calderone - 29 maggio 2017
Emanuele Calderone
29 maggio 2017
577 Leggi tutti gli articoli
Francesco Totti

Si dice che niente sia mai per sempre, eppure la permanenza di Francesco Totti all’A.S. Roma sembra che sia stata eterna, forse perché negli ultimi anni Francesco è stato la Roma tanto quanto la Roma è stata rappresentata da Francesco. Considerato una delle ultime bandiere del calcio, un po’ come lo fu Alessandro Del Piero per la Juventus, Totti, a 40 anni, ha deciso di ritirarsi dalla carriera di giocatore e ieri, domenica 28 Maggio, ha salutato il mondo del calcio giocato.

Naturalmente il suo addio non è stato un momento semplice: tra le lacrime e gli applausi, lo Stadio Olimpico ha tributato tutto il suo affetto nei confronti di uno dei più grandi campioni del calcio; Francesco, allo stesso tempo, non ha nascosto per un solo attimo le sue emozioni. Totti, dopo aver lanciato verso il pubblico un pallone, ha letto una lunga lettera che recitava:

Grazie Roma, grazie a mamma e papà, grazie a mio fratello, ai miei parenti, ai miei amici. Grazie a mia moglie e ai miei tre figli. È impossibile raccontare ventotto anni di storia in poche frasi. A un certo punto della vita si diventa grandi, così mi hanno detto e così il tempo ha deciso. Maledetto tempo. Oggi questo tempo è venuto a bussare sulla mia spalla dicendomi: Dobbiamo crescere, da domani sarai grande, levati i pantaloncini e gli scarpini, perché tu da oggi sei un uomo e non potrai più sentire l’odore dell’erba così da vicino. Io voglio dedicare questa lettera a tutti voi, ai bambini che hanno tifato per me, a quelli di ieri che ormai sono cresciuti e forse sono diventati padri e a quelli di oggi che magari gridano Tottigol. Mi piace pensare che la mia carriera diventi per voi una favola da raccontare. Ora è finita veramente. Mi levo la maglia per l’ultima volta. La piego per bene anche se non sono pronto a dire basta e forse non lo sarò mai. Spegnere la luce non è facile. Adesso ho paura. E non è la stessa che si prova di fronte alla porta quando devi segnare un calcio di rigore. Questa volta non posso vedere attraverso i buchi della rete cosa ci sarà dopo. Concedetemi un po’ di paura. Questa volta sono io che ho bisogno di voi e del vostro calore. Nascere romani e romanisti è un privilegio, fare il capitano di questa squadra è stato un onore. Siete e sarete sempre la mia vita: smetterò di emozionarvi con i piedi ma il mio cuore sarà sempre lì con voi. Ora scendo le scale, entro nello spogliatoio che mi ha accolto che ero un bambino e che lascio adesso, che sono un uomo. Sono orgoglioso e felice di avervi dato ventotto anni di amore. Vi amo”.

Non solo l’Italia intera ha voluto tributare Francesco Totti ma anche tutta Europa: tutti i maggiori giornali sportivi e non hanno dedicato tante parole al campione del mondo e d’Italia.

Insomma, è arrivato anche per Francesco il momento di diventare grande e voltare pagina.

[fonte articolo: forzaroma.info, gazzetta.it]

[foto: fantamagazine.com]

Loading...

Vi consigliamo anche

Calcio, colpo dell’Inter: arriva Lukaku
Calcio

Calcio, colpo dell’Inter: arriva Lukaku

Alessandro Crupi - 9 agosto 2019
Serie A 2019-20, ecco il calendario
Calcio

Serie A 2019-20, ecco il calendario

Alessandro Crupi - 31 luglio 2019
Pallone d’oro 2019, ecco le anticipazioni
Calcio

Pallone d’oro 2019, ecco le anticipazioni

Alessandro Crupi - 20 luglio 2019