0 Shares 220 Views
00:00:00
14 Aug

Il Milan è fuori dall’Europa League

Alessandro Crupi - 27 giugno 2018
Alessandro Crupi
27 giugno 2018
220 Views
Milan fuori Europa League

I rumors dei giorni scorsi erano fondati.

La Uefa sentenzia: violazione del pareggio di bilancio

Il Milan è ufficialmente fuori dalle competizioni europee per un anno. Lo ha deciso la camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario per Club (CFCB) della Uefa nella tanto attesa sentenza che i tifosi rossoneri e l’Italia calcistica aspettavano da tempo.

Niente Europa League conquistata sul campo, quindi, per il prestigioso club milanese. Una mazzata inflitta dalla Uefa a causa, come era stato già evidenziato più di un mese fa, della violazione della norma del pareggio di bilancio (e dunque delle regole del fair-play finanziario) tra il 2014 e il 2017, che aveva fatto saltare l’ipotesi di settlement agreement.

Ricorso al Tas per riprendersi l’Europa League

Ma il Milan non molla e sembra intenzionato a lottare per riprendersi l’Europa. La società, infatti, si è già attivata per presentare un ricorso al Tas di Losanna.

I rossoneri hanno tempo 10 giorni per avanzare l’istanza al Tribunale arbitrale dello sport. Se, tuttavia, lo stesso Tas confermerà la sentenza Uefa per il Milan non ci sarà nulla da fare.

A quel punto sarà la Fiorentina (ottava in classifica) a trarne vantaggio mentre l’Atalanta, settima, accederà subito alla fase a gironi saltando i preliminari. Il Tas rappresenta l’unica àncora di salvezza per il Milan.

Urge una nuova proprietà nel Milan

Ma per ribaltare il verdetto Uefa, molto probabilmente il club dovrà presentarsi all’organo arbitrale con un socio di maggioranza nuovo di zecca, che possa dare garanzie concrete e immediate.

Negli ultimi giorni l’attuale presidente cinese del Milan Yonghong Li ha trattato la cessione con Salvatore Commisso (che si sarebbe accollato anche il debito contratto con Elliott) e la famiglia Ricketts ma l’accordo finora non è stato trovato.

[Immagine: www.tpi.it]

Loading...

Vi consigliamo anche