0 Shares 93 Views
00:00:00
14 Aug

L’Italia campione riparte da Roberto Donadoni

dgmag - 13 luglio 2006
13 luglio 2006
93 Views
Roberto Donadoni

A poche ore dalle dimissioni di Marcello Lippi, la Federcalcio ha già scelto il successore: è infatti Roberto Donadoni il nuovo commissario tecnico della Nazionale. Donadoni verrà presentato martedì prossimo alle 15 nella sede della Federcalcio.

La Figc ha impiegato 24 ore per metabolizzare l’addio del ct che ha condotto gli azzurri al trionfo in Germania, permettendo a Roberto Donadoni di passare dallo status di disoccupato alla panchina più importante; il tecnico di Cisano Bergamasco era fermo da quando, dopo la 23° giornata dell’ultimo campionato, si era dimesso dalla carica di allenatore del Livorno a causa di una rottura insanabile con il presidente Aldo Spinelli, nonostante gli ottimi risultati dei labronici.

Una separazione che si è rivelata la soluzione migliore per il giovane allenatore; per un paio di mesi è stato in lizza per la panchina della Juventus e alla fine è stato scelto per guidare la Nazionale.

Ottenuto il patentino nella stagione 2001-2002, Donadoni ha esordito dirigendo il Lecco e conducendo la formazione lombarda al 9° posto nel campionato di C1.

L’anno successivo è stato quello del primo matrimonio con il Livorno: un’annata senza spine, con un eccellente decimo posto in serie B.

Quindi, nel 2003-2004, ancora un’esperienza nella serie cadetta con l’ambizioso Genoa di Enrico Preziosi; un’avventura durata solo 270 minuti.

La forzata inattività è durata solo pochi mesi: nel gennaio 2005 Roberto Donadoni è stato richiamato a Livorno e ha condotto i toscani, tornati in serie A dopo un’assenza di oltre mezzo secolo, allo strepitoso nono posto finale.

L’annata 2005-2006 si è aperta nel modo migliore: la squadra ha cominciato in maniera splendida la stagione, proponendosi come sorpresa assoluta del massimo campionato. Il feeling con i giocatori non è mai stato in discussione, quello con la società si è interrotto sul più bello. A febbraio il divorzio dagli amaranto, oggi il matrimonio con gli azzurri.

“E’ successo tutto in pochi attimi. Sono felice e molto emozionato ma ora devo stare tranquillo. Fare l’allenatore è il mio mestiere e lo farò col massimo impegno anche se tutti sappiamo quello che ha fatto Lippi”, ha dichiarato Donadoni.

“Si è deciso di puntare su un giovane che può diventare un grandissimo. Alla fine si è valutato di puntare su un giovane, perché il presupposto era di non disturbare i tecnici legati ai club”, ha dichiarato Demetrio Albertini, vicecommissario della Figc, e compagno di squadra di Donadoni nel Milan.

Per il campione del mondo Rino Gattuso la scelta è azzeccata: “si apre un nuovo ciclo, e credo che possiamo ottenere altri risultati importanti”.

Stessa opinione da Gianni Rivera: “è molto giovane ma di gran personalità: lo ha ben dimostrato sia come allenatore del Livorno, sia come calciatore. Speriamo faccia bene anche in Nazionale”.

Anche Dino Zoff, ex ct degli azzurri e campione del Mondo nel 1982, ha espresso soddisfazione per la nomina di Donadoni: “credo che Donadoni possa fare bene. Mi sembra, per quello che ha fatto finora, che ha lavorato bene. E’ una persona a modo, preparata”.

Loading...

Vi consigliamo anche