0 Condivisioni 621 Leggi tutti gli articoli

Settant’anni fa la tragedia di Superga

Alessandro Crupi - 4 maggio 2019
Alessandro Crupi
4 maggio 2019
621 Leggi tutti gli articoli
Tragedia di Superga

Era il 4 maggio del 1949. Esattamente 70 anni fa accadeva la tristemente famosa tragedia di Superga che si portò via il Grande Torino.

Lo schianto della tragedia di Superga

Alle 17.03 infatti il trimotore Fiat G.212 delle Avio Linee Italiane, con a bordo calciatori, dirigenti e accompagnatori della fortissima squadra granata, nota come il Grande Torino, si schiantò sulla collina di Superga ai piedi dell’omonima basilica.

Fu una tragedia che non risparmiò nessuno dei 31 viaggiatori, che oltre ai componenti del club e dell’equipaggio, annoverava tre note firme del giornalismo sportivo dell’epoca: Renato Casalbore, fondatore di Tuttosport, Renato Tosatti della Gazzetta del Popolo (padre di Giorgio) e Luigi Cavallero della Nuova Stampa.

Si rientrava da Lisbona dove la squadra aveva disputato un incontro amichevole con il Benfica. A determinare la tragedia furono, molto probabilmente, le pessime condizioni meteo che i membri dell’equipaggio si trovarono a fronteggiare nei pressi di Torino.

La tragedia di Superga portò via il Grande Torino

Per l’Italia sportiva e non la tragedia di Superga fu un gravissimo lutto e da quel momento in poi il Grande Torino diventò leggenda. Dal 2015 la Fifa ha istituito, il 4 maggio, la giornata mondiale del calcio.

I giocatori di quella squadra rappresentavano l’ossatura e fulcro della Nazionale Italiana di allora. Oltre ad essere tra i più bravi del calcio mondiale. In otto anni, dominarono il Campionato vincendo cinque scudetti consecutivi e una Coppa Italia.

Il Grande Torino, inoltre, stabilì il record del maggior numero di partite consecutive in casa senza sconfitte: ben 88. A ciò si aggiunge il maggior numero di reti nel Campionato di Serie A, 125 nella stagione 1947-48, e di marcature segnate in un match.

Accadde sempre nel 1947-48 con il 10-0 inflitto all’Alessandria. Colonna portante e leader indiscusso della squadra era Valentino Mazzola, padre di Sandro, capitano di quel Toro e della Nazionale per due anni.

(Foto: www.rainews.it)

Loading...

Vi consigliamo anche

Serie A 2019-20, ecco il calendario
Calcio

Serie A 2019-20, ecco il calendario

Alessandro Crupi - 31 luglio 2019
Pallone d’oro 2019, ecco le anticipazioni
Calcio

Pallone d’oro 2019, ecco le anticipazioni

Alessandro Crupi - 20 luglio 2019