0 Condivisioni 339 Leggi tutti gli articoli

Coppa Davis, ecco la Rivoluzione Piquè

Luca Assumma - 19 febbraio 2019
Luca Assumma
19 febbraio 2019
339 Leggi tutti gli articoli
Coppa Davis novità

Rivoluzione Coppa Davis. Dopo 118 anni di storia, il celeberrimo torneo cambia radicalmente grazie ad un…calciatore. Infatti, ad ispirarla non è stato un “addetto ai lavori” del tennis, ma Gerard Piquè. Ma cosa si troveranno davanti gli appassionati delle racchette sin dall’edizione 2019 che si svolgerà nella città francese di Lille?

Coppa Davis, cambio epocale dopo 118 anni

L’epocale cambiamento della Coppa Devis ha visto fra i protagonisti il difensore del Barcellona e della nazionale spagnola e il suo socio Hiroshi Mitikani. E’ stato recentemente ratificato dall’IFT (Federazione Internazionale Tennis) in un’assemblea svoltasi in Florida. E salutato con apprezzamento dai top player Rafa Nadal e Novak Djokovic, porterà ad un autentico “mondiale”, come quello calcistico.

Il torneo nella nuova formula si terrà in un impianto Pierre-Mauroy che ha già ospitato la Davis 2014 vinta dalla Svizzera e quella 2017 conquistata dalla Francia. Verranno aggiunti tre ulteriori campi di gioco e sarà concentrato in una sola settimana. Si articolerà in tre gironi da tre squadre e ai quarti di finale accederanno le prime classificate e le due migliori seconde.

Inoltre, gli incontri si giocheranno al meglio delle tre partite, due in singolare e una in doppio, al meglio dei tre set. Vista l’importanza della classifica avulsa, grande peso sarà dato al quoziente di game e set, visto che un 2-1 avrebbe meno gravità rispetto ad un 3-0.

Accordo da 3 miliardi di dollari

Ad approvare la riforma dell’antico e prestigioso torneo sono stati i 242 delegati delle 144 federazioni nazionali, riunitisi ad Orlando. Il tutto dopo l’illustrazione personale compiuta dallo stesso Piquè, che ha appositamente sorvolato l’Oceano Atlantico fra un impegno calcistico e l’altro. 

Alla base c’è un accordo con un arco temporale di 25 anni e da un valore di 3 miliardi di dollari. A sottoscriverlo, da una parte, l’IFT e, dall’altra, il gruppo di investimenti Kosmos targato Piquè-Mitikani. Esso contempla obiettivi annuali relativamente a:

  • ascolti televisivi
  • numero di spettatori
  • campionissimi in campo

Se non dovessero essere raggiunti per due volte consecutivi questi obiettievi, vedrebbero l’IFT con facoltà di rescindere il contratto.

Lille è pronta, ma si guarda al 2021

Lille, dopo aver sconfitto la Caja Magica di Madrid nell’aggiudicazione della sede dell’importante trofeo, è già pronta a riabbracciare la Coppa Davis. Questa volta, però, in una versione completamente rinnovata rispetto a quella alla quale si era abituati.

E già si parla che l’edizione 2021 possa essere ospitata ad Indian Welss, città californiana legata a quel Larry Ellison cofondatore della software house Oracle. E soprattutto il quinto uomo più ricco al mondo secondo la rivista Forbes e neo socio della Kosmos.

[Foto: www.tennisthatsall.com]

Loading...

Vi consigliamo anche