0 Shares 238 Views

Gp di Monza tra storia e realtà

Alessandro Crupi - 1 settembre 2018
Alessandro Crupi
1 settembre 2018
238 Views
Monza-Gp

È una Monza particolarmente eccitata di rosso Ferrari quella che si appresta a vivere il tradizionale appuntamento con il Gp d’Italia in questo scorcio della stagione di F1.

Febbre rossa per il Gp di Monza con Vettel all’attacco di Hamilton

Una gara in cui, oggi, il popolo ferrarista avverte emozioni ancora più vibranti degli ultimi anni alla vigilia dell’appuntamento monzese per tre ragioni, tra loro concatenate.

La prima è la lotta per il titolo mondiale che vede il binomio Sebastian Vettel-Ferrari pienamente in corsa nel confronto con l’accoppiata Lewis Hamilton-Mercedes, da cui l’alfiere rosso sta recuperando lo svantaggio, ridotto adesso a -17.

La seconda è che si giunge all’autodromo nazionale dal netto e indiscutibile trionfo in Belgio che ha caricato ulteriormente l’ambiente.

La terza, strettamente connessa alla seconda motivazione, è che con una macchina così competitiva e in palla a Monza si può davvero sognare e spingere al massimo per realizzare una storica doppietta Vettel-Raikkonen sul podio, in una tappa fondamentale per il Campionato.

Quest’anno, infatti, la Ferrari ha finalmente il mezzo adatto per puntare al massimo con la SF71H eccellente per doti di trazione, velocità massima ed efficienza aerodinamica.

Tutte caratteristiche che sul circuito brianzolo sono indispensabili per vincere. Condizioni meteo permettendo (domenica non è prevista pioggia) le premesse ci sono tutte per l’impresa davanti al pubblico di casa e, quindi, l’attesa cresce minuto dopo minuto.

Una tradizione lunga un secolo con i grandi campioni del volante

Monza è sinonimo di Ferrari come, in passato, lo è stato anche Imola. Ma la storia di questa pista secolare (costruita nel lontano 1922 in 110 giorni di lavori) e gloriosa dà un tocco in più al legame viscerale che fonde la scuderia di Maranello al circuito che meglio di ogni altro rappresenta l’Italia nel mondo delle corse.

Il tracciato dove ogni anno si disputa il Gp d’Italia dal 1922 (con l’eccezione del 1980) è stato disegnato all’interno del bellissimo parco di Monza. Si tratta del terzo circuito permanente più antico al mondo assieme agli impianti di Brooklands e Indianapolis e racconta le gesta dei piloti migliori al mondo di ogni epoca, da Tazio Nuvolari e Rudolf Caracciola passando per Jim Clark, Niki Lauda, Mario Andretti (tanto per fare qualche nome eccellente) fino ai moderni campioni come Schumacher, Alonso, Hamilton e Vettel.

Dal 1931 al 1938 è stata una tappa principale del Campionato europeo di automobilismo, che ha preceduto l’arrivo della F1 nel 1950, superati i tremendi strascichi della Seconda Guerra Mondiale. Da questa data Monza è sempre stata presente nel calendario stagionale, tranne nel 1980 quando fu sostituita da Imola.

I campioni del volante che qui hanno ottenuto il maggior numero di successi sono Michael Schumacher con 5 vittorie, seguito a 4 da Nelson Piquet e Lewis Hamilton. La Ferrari guida il gruppo dei teams più decorati con 18 affermazioni che staccano le 10 della Mclaren e le 6 di Mercedes e Williams.

Barrichello e Montoya “speedman” a Monza

Lewis Hamilton è, invece, il re di Monza nel computo delle pole e dei giri veloci, rispettivamente 6 e 4.

Invece, l’attuale campione della Ferrari Vettel ha vinto il Gp d’Italia nel 2008 con la Toro Rosso ottenendo la prima, esaltante vittoria in F1 e facendo il bis nel 2011 con Red Bull.

Monza è una pista velocissima con tre rettilinei da potenza pura in cui si toccano velocità massime e medie stratosferiche.

Nel 2005 Juan Pablo Montoya su Mclaren fece registrare 372 km/h mentre il record ufficiale sul giro in prova appartiene a Rubens Barrichello che su Ferrari nel 2004 fermò i cronometri su un eccellente 1’20″089 alla media di 260,395 km/h.

Roggia, Curva Grande, Variante Ascari, Lesmo, Parabolica.
I nomi delle curve di Monza sono ormai leggenda e culto sportivo.

[Immagine: www.automoto.it]

Loading...

Vi consigliamo anche

Pallone d’Oro 2018, i candidati
Calcio

Pallone d’Oro 2018, i candidati

Alessandro Crupi - 8 ottobre 2018
Ufficiale Var in Champions League
Calcio

Ufficiale Var in Champions League

Alessandro Crupi - 27 settembre 2018
Giro d’Italia 2019, tappe e curiosità
Ciclismo

Giro d’Italia 2019, tappe e curiosità

Alessandro Crupi - 25 settembre 2018