0 Condivisioni 255 Leggi tutti gli articoli

Caffè: ecco quanto e quando si può bere

LaRedazione - 24 novembre 2013
LaRedazione
24 novembre 2013
255 Leggi tutti gli articoli

Diversi studi scientifici hanno riconosciuto la validità delle caratteristiche nutrizionali del caffè e della caffeina, ma quanto caffè bere? e soprattutto quando?

Alcuni studi asseriscono che bere il caffè sin dal primissimo mattino non sia opportuno per il nostro organismo, mentre risulterebbe più appropriato assumere caffè durante la mattina e dopo la prima colazione, in quanto circa a metà mattina tende ad abbassarsi il livello di cortisolo, conosciuto anche come l’ormone dello stress.

Ma il caffè può essere favorevolmente assunto anche subito dopo il pasto principale in quanto la caffeina tende a favorire la digestione e il transito intestinale, quindi potrebbe essere un valido alleato nei casi di stitichezza.

Nota dolente sull’assunzione del caffè riguarda l’assunzione dopo la prima parte del pomeriggio. Alcuni recenti studi hanno dimostrato che l’assunzione di caffeina dopo le sei del pomeriggio causerebbero al contrario stress, cattiva predisposizione al sonno, e soprattutto ansia.

Dopo aver visto quando assumere il caffè…chiediamoci…’ma quanto caffè assumere?’…Ovviamente la tolleranza ai diversi livelli di caffeina cambia da soggetto a soggetto, ma possiamo affermare senza ombra di dubbio alcuno che cinque tazze di caffè possono essere il livello sufficiente oltre il quale non andare onde incorrere in disagi fisici anche significativi.

Una nota particolare da tenere ben presente durante le nostre giornate riguarda l’assunzione di caffeina da alimenti diversi dalla classica tazzina di caffè….ma a tal proposito rendiamo più buoni questi piccoli suggerimenti sul quanto e quando assumere il caffè con alcuni piatti che utilizzano il caffè come ingrediente. In particolare potrete utilizzare il caffè nella realizzazione sia di piatti dolci che di pietanze salate…non ci credete?
Leggete un pò…tiramisù, panettone farcito al caffè, mousse di yogurt al caffè, crepes al caffè, crema di ricotta e caffè, granita al caffè, budino al caffè, biscotti al caffè.

Anche nei piatti salati potremmo utilizzare il caffè per dare vivacità ad alcuni piatti, sicuramente di carne ma non di pesce, come ad esempio il piccione marinato al caffè…e proprio con questa ricetta vi vogliamo lasciare: prendete due piccioni e fateli macerare per 6/8 ore in una miscela molto aromatica di caffè, avendo cura di rigirare ogni tanto. Al contempo preparate delle patate lesse che frullerete con un goccio di latte e delle verdure a listarelle che passerete in apdella con un filo d’olio e che renderete quasi croccanti. Prendete i piccioni, porzionate e rosolate per alcuni minuti in padella a fuoco vivo, successivamente ponete in forno a 170°. Nel frattempo rendete densa la marinatura a base di caffè. Appena i piccioni saranno cotti adagiate i piccioni su un vassoio e decorate con le verdure e un pò di crema di patate…aggiungete un tocco di classe servendo a tavola la salsa al caffè….buon appetito!

Ora che siete al corrente di quanto e quando bere il caffè potrete gestire al meglio il vostro rapporto con la caffeina.

Loading...

Vi consigliamo anche