0 Condivisioni 190 Leggi tutti gli articoli

Diabete, ecco il cioccolato all’olio d’oliva che fa bene

Martina Manoni - 27 ottobre 2019
27 ottobre 2019
190 Leggi tutti gli articoli
cioccolato olio d'oliva

Esiste un cioccolato che fa bene a chi soffre di diabete. Si tratta del cioccolato all’olio d’oliva, che contiene oleouropeina, una sostanza estratta dall’olio extravergine d’oliva. Questa riesce a evitare l’incremento della glicemia che si avrebbe dopo aver ingerito un normale cioccolato e consente perciò ai pazienti di mangiare tranquillamente la cioccolata senza dover acquistare prodotti senza zucchero. Due quadretti di cioccolato all’olio d’oliva sono perciò una trasgressione sana, perché il cacao, in quantità moderate, può ridurre il rischio cardiovascolare grazie ai suoi effetti antiossidanti. Di solito chi soffre di diabete deve ripiegare sul cioccolato senza zucchero, perché quello contenuto in cioccolatini, tavolette e creme fa alzare troppo la glicemia e può essere altamente dannoso.

Cioccolato per diabetici, sperimentato su 20 pazienti

Il nuovo cioccolato all’olio d’oliva per diabetici è stato messo a punto da ricercatori del Dipartimento di Medicina Interna e Scienze Mediche dell’università La Sapienza di Roma. Contiene oleuropeina, una sostanza derivata dall’olio extravergine d’oliva che mantiene bassa la glicemia. Mangiare 40 grammi di questo cioccolato all’olio d’oliva benefico non altera la glicemia, cosa che invece accadrebbe con altri tipi di cioccolato. Lo dimostra lo studio sperimentale pubblicato recentemente sulla rivista Clinical Nutrition, secondo cui questo cioccolato consentirà anche ai diabetici di sfruttare i benefici del cioccolato. Ad esempio, l’attività antiossidante e protettiva sul sistema cardiovascolare.

Il nuovo cioccolato è stato sperimentato su 25 pazienti con diabete di tipo 2 e 20 soggetti sani che sono stati invitati a consumare 40 grammi di crema al cacao e nocciole, normale oppure arricchita con il 4 per cento di oleuropeina. “I risultati mostrano che nei diabetici il consumo di cioccolato all’olio d’oliva riduce il picco glicemico che si ha due ore dopo l’ingestione del cioccolato senza oleuropeina: la glicemia media dopo il consumo di 40g di cioccolata  è di 140 mg/dl, dopo aver mangiato quella arricchita con oleuropeina scende a 125 mg/dl” spiega Francesco Violi, coordinatore dell’indagine, professore ordinario di Medicina Interna dell’università La Sapienza di Roma e presidente del Collegio dei Docenti Universitari di Medicina Interna (COLMED) – “Non solo, il cioccolato ‘speciale’ permette un miglior utilizzo del glucosio”. 

Cioccolato all’olio d’oliva, i benefici

Il cioccolato all’olio d’oliva fa dunque bene ai pazienti diabetici? Secondo i risultati dell’esperimento, l’oleuropeina che è stata identificata da Francesco Violi in studi precedenti, è la sostanza responsabile dell’effetto protettivo dell’olio extravergine d’oliva sul metabolismo. La sostanza è già contenuta in olive e foglie d’olivo, ed evita anche gli sbalzi di glicemia dopo i pasti, che nei diabetici sono molto alti. Sbalzi che peggiorano l’aterosclerosi e di conseguenza anche un aumento del rischio di infarto e ictus.

[Foto: https://vanityfair.it]

Loading...

Vi consigliamo anche

Virus dell’influenza. Come proteggersi
Attualità

Virus dell’influenza. Come proteggersi

Alessandro Crupi - 12 novembre 2019
Salute, i sei cibi del sorriso
Attualità

Salute, i sei cibi del sorriso

Alessandro Crupi - 5 novembre 2019