0 Shares 234 Views

Giornata mondiale emofilia, solo in Italia 5.000 casi

Martina Manoni - 18 aprile 2018
18 aprile 2018
234 Views
giornata mondiale emofilia

Giornata mondiale emofilia. Il 17 Aprile la Federazione Mondiale dell’emofilia ha ricordato la malattia a livello globale con una serie di iniziative utili per i cittadini, come ad esempio la condivisione di informazioni e le buone pratiche da seguire. Solo in Italia oggi si calcolano circa 11 milioni di persone affette da malattie emorragiche congenite, tra queste ci sarebbero circa 5.000 casi di emofilia.

Giornata mondiale emofilia: tutte le iniziative

La Giornata mondiale emofilia ha promosso una serie di interessanti iniziative, con la collaborazione di FedEmo (Federazione Associazione Emofilici), che hanno l’obiettivo di aumentare la consapevolezza e la conoscenza della malattia. Un modo alternativo per scambiarsi esperienze e opinioni sull’emofilia. Tra le novità si è parlato di un nuovo bracciale salvavita che identifica l’emofilico in caso di pronto soccorso o ricovero d’urgenza. Stefania Ferace, volontaria che ha collaborato con FedEmo durante la giornata mondiale dell’emofilia, ha preso nota di tutti i dubbi e le domande delle persone sulla malattia, a cui risponderà via social. “Dire subito alla ragazza della propria condizione, smitizzare l’idea che appare subito delle emorragie racconta di un cambiamento”, queste le sue parole.

Giornata mondiale emofilia: una malattia cronica

Lorenzo Mantovani dell’Università Bicocca di Milano, che era presente alla giornata mondiale emofilia, ha affermato che la medicina sta compiendo passi da gigante in merito, e che se in passato l’emofilia era una malattia difficile da trattare, oggi gli approcci sanitari sono nettamente cambiati.
L’emofilia è una malattia ereditaria che comporta una grave insufficienza nella coagulazione del sangue. Secondo quanto affermato da Cristina Cassone, Presidente di FedEmo, l’emofilia è una malattia cronica che deve essere trattata con risorse e cure specifiche.

In Italia 

Solo in Italia si contano oggi 5.000 casi di emofilia A e B; 32 mila in tutta Europa. La Regione Lombardia ha avviato un processo sperimentale per prendere in carico i pazienti cronici, anche se in tutta Italia si lamenta un servizio superficiale e poco attento soprattutto per quanto riguarda le emergenze e il pronto soccorso.

L’obiettivo della giornata mondiale dell’emofilia è stato proprio il dibattito sulle criticità ed i punti da migliorare nel settore socio-sanitario.

[Foto: https://www.paginemediche.it]

Loading...

Vi consigliamo anche