0 Shares 195 Views

Il calore per sconfiggere il diabete, partiti i primi test sperimentali

Martina Manoni - 27 febbraio 2018
27 febbraio 2018
195 Views
il calore per sconfiggere il diabete

Il diabete si potrà sconfiggere con il calore. Questo è quanto dimostrato dai primi test sperimentali che sono partiti in questi mesi in Italia e che, tramite una un’innovativa tecnica mininvasiva, promettono di debellare il diabete tramite il calore.
I test sperimentali sono in corso attualmente a Roma e a Milano e utilizzano una tecnica endoscopica che si avvale dell’energia termica per rimodellare le pareti dell’intestino.
Il calore sarebbe dunque in grado di sconfiggere il diabete in modo definitivo, senza l’aiuto di farmaci aggiuntivi.

La sperimentazione Revita 2 che prende il nome di “Ringiovanimento della mucosa duodenale”, è in corso presso il Policlinico A. Gemelli di Roma e all’Humanitas Research Hospital di Milano. Lo studio è stato effettuato su pazienti volontari di età compresa tra 28 e 74 anni che soffrono di diabete di tipo II. L’utilizzo del calore ha l’obiettivo di rigenerare una mucosa intestinale sana, intervenendo su una porzione di intestino, il duodeno, dove vengono rilasciati gli ormoni coinvolti quando il diabete è in circolo nell’organismo.

Il Professor Guido Costamagna, Direttore dell’Unità Operativa di Endoscopia Digestiva Chirurgica del Gemelli, ha spiegato che “I nuovi test clinici, denominati Revita 2, in corso (al momento sono stati arruolati 11 pazienti), serviranno a convalidarne l’efficacia anti-diabete dell’innovativo trattamento“.
La fase sperimentale si concluderà tra circa 2 anni e se i risultati finali saranno positivi, questa tecnica potrà essere utilizzata su tutti i pazienti affetti da diabete che non sono riusciti a debellare la malattia con l’utilizzo dei farmaci.

I test condotti fino ad ora hanno dimostrato la sicurezza del trattamento, privo di effetti collaterali per i pazienti, nonché l’impatto duraturo sulla malattia. Il macchinario che utilizza il calore per combattere il diabete è già in possesso del marchio CE ed è pronto per essere commercializzato all’interno dell’Unione Europea se la fase sperimentale avrà un esito positivo.

[Foto: http://tg24.sky.it ]

 

Loading...

Vi consigliamo anche