0 Shares 334 Views

Sigarette elettroniche: una ricerca svela i danni per la salute

Martina Manoni - 24 marzo 2018
24 marzo 2018
334 Views
danni sigarette elettroniche

L’utilizzo delle sigarette elettroniche come alternativa per combattere il fumo ha suscitato sempre molti dibattiti, soprattutto da quando uno studio statunitense ha dimostrato che in realtà i danni arrecati a chi ne fa utilizzo sarebbero nettamente superiori ai benefici.

Le sigarette elettroniche sono state ideate per spronare le persone a smettere di fumare utilizzando un metodo alternativo che comunque simula l’atto del fumo, e che dovrebbe dare più meno lo stesso appagamento.

Sigarette elettroniche:  i danni per la salute

In realtà la ricerca pubblicata sulla rivista Plus One dichiara che le sigarette elettroniche non diminuiscono il numero dei soggetti fumatori, ed in più possono danneggiare chi ne fa utilizzo incoraggiando i giovani alla dipendenza dal fumo.

I ricercatori di quattro Università Statunitensi si sono basati sui dati del censimento della popolazione e sulle ricerche inerenti la salute pubblica per effettuare un calcolo dell’aspettativa di vita guadagnata o perduta, dopo aver utilizzato le sigarette elettroniche per combattere il fumo.

I risultati si sono rivelati molto diversi dalle aspettative “Le e-cig potrebbero portare a più di 1,5 milioni di anni di vita persi perché potrebbero aumentare in modo sostanziale il numero di adolescenti e giovani adulti che diventeranno infine fumatori di sigarette» spiega Samir Soneji del Dartmouth Institute for Health Policy and Clinical Practice, uno degli autori della ricerca.

In sintesi, l’unico rimedio efficace per combattere il fumo sarebbero le leggi, che da sole hanno portato ad una reale diminuzione della percentuale di fumatori dagli anno ’90 in poi, mentre l’utilizzo delle sigarette elettroniche potrebbe addirittura rallentare o ostacolare questo miglioramento. Nonostante la sigaretta elettronica consenta di evitare il catrame ed i gas tossici del fumo tradizionale, c’è comunque il rischio di inalare tossine e sostanze cancerogene presenti nei liquidi in esse presenti.

Lo studio ha dimostrato che il vapore prodotto dalle sigarette elettroniche è potenzialmente dannoso in quanto contiene tra le tante sostanze anche il glicole propilenico, ampiamente utilizzato nei fumogeni delle industrie del cinema che se inalato in modo prolungato può causare tosse, riniti e asma.

Le sigarette elettroniche restano dunque meno dannose di quelle classiche, ma non consentono di arginare il problema del fumo e non si possono definire totalmente innocue.

[Foto: retenews24.it]

Loading...

Vi consigliamo anche