0 Condivisioni 339 Leggi tutti gli articoli

Tra sotterfugi arriva anche nei negozi italiani il Black Friday

LaRedazione - 25 novembre 2016
LaRedazione
25 novembre 2016
339 Leggi tutti gli articoli

E’ iniziato da qualche ora il cosiddetto “Venerdì Nero”, un appuntamento irrinunciabile per gli amanti dello shopping, ma che è diventata l’occasione ideale per usufruire di un weekend di sconti davvero eccezionali. Una moda nata negli Stati Uniti e che in poco tempo si è diffusa con successo anche presso i nostri rivenditori. E quest’anno un negoziante su quattro aderirà al Black Friday nonostante la legge italiana vieti ai commercianti di vendere prodotti a prezzo scontato trenta giorni prima del Natale.

Ma sarà il 23% degli esercizi pubblici, secondo i dati forniti da Confesercenti, ad aderire all’iniziativa. Un modo, il loro, per cercare di incrementare i consumi e intercettare una fetta di clienti già prima delle agognate ferie natalizie. E per evitare le multe, i piccoli negozianti maschereranno le loro vetrine, rinunciando all’esposizione di cartelli indicativi.

Ma non sarebbe giusto legalizzare il Black Friday anche in Italia? Molti lo auspicano ma la legge in tal senso è chiara: sono vietati sconti prima del Natale e la multa prevista per i “trasgressori” è di mille euro. Una cifra che le grosse catene possono facilmente accollarsi, mentre per i piccoli negozi si tratta di una grossa spesa che può influire notevolmente sul loro bilancio.

La tentazione di accaparrarsi una grossa fetta di mercato indurrà molti esercizi pubblici a rischiare. Questo è un dato di fatto, anche perché Confesercenti ha diramato la notizia che negli ultimi quindici giorni Black Friday è stato pubblicizzato in modo massiccio, con oltre cento milioni di e-mail e messaggi telefonici inviati ai consumatori.

I negozianti dunque auspicano che anche la situazione possa diventare più regolare e che il Black Friday possa consentire alle persone di ricevere sconti del 30% sui migliori capi d’abbigliamento. Ad auspicare una ordinamento in tal senso c’è anche Francesco Novetti, presidente dell’Associazione Commercianti, che invita il Governo a fare chiarezza sulla questione sanzioni.

Insomma, i negozianti in modo “mascherato” allestiranno i loro scaffali per il Black Friday, nonostante Massimo Torti, Segretario di Federazione Moda Italia, inviti tutti a rispettare le regole e incrementi i controlli. Sta di fatto, però, che anche per il nostro Paese è giunto il momento di rilanciare l’economia così come avviene negli States.

Molte botteghe, infine, proporranno le loro offerte a inizio 2017 quando comincerà il grande periodo degli sconti, ma bisogna ricordare che solo l’8% dei guadagni derivati dal Black Friday entra nelle casse dei piccoli negozianti, a differenza dei siti e-commerce e delle grandi catene di distribuzione che si spartiranno il 62% dei ricavati.
[Foto: NBC News]

Loading...

Vi consigliamo anche