0 Condivisioni 322 Leggi tutti gli articoli

Fabriano: ennesimo caso di maltrattamenti dentro un asilo

Emanuele Calderone - 25 ottobre 2016
Emanuele Calderone
25 ottobre 2016
322 Leggi tutti gli articoli
Maestra asilo picchia i bambini

Sembra una sorta di continuo ritorno indietro: più se ne parla, più accade. Il malcostume delle maestre degli asili che maltrattano verbalmente e fisicamente i bambini pare non voler proprio cessare.

L’ultimo episodio è accaduto nella cittadina marchigiana di Fabriano: la polizia ha sospeso dalla propria attività una maestra, rea di essersi scagliata violentemente contro bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni.

La donna, della quale non si conoscono ancora le generalità, era solita apostrofare i bimbi con appellativi che ledevano la loro dignità, quali “imbecille”, “disgraziato”, “topolino che fa la cacca” e talvolta si è spinta oltre, rivolgendosi a loro con oscenità verbali. Non solo, la “maestra”, era anche solita spintonare i piccoli e colpirli con schiaffi e le mortificazioni erano quasi all’ordine del giorno. Per far soffrire psicologicamente i ragazzini, era stato creato anche un “angolo dei cattivi” o “angolo buio”, nel quale dovevano sedersi i più “cattivi”. Naturalmente tutto ciò accadeva mentre i piccoli piangevano a dirotto.

Le botte e i continui insulti, a quanto pare, hanno già avuto le loro ripercussioni, gravi, sui bambini: più di qualcuno, stando ai racconti dei genitori, continua a svegliarsi di notte, piangendo e urlando e rivolgendo espressioni dure contro i propri peluche. Secondo quanto raccontato dalla mamma di un alunno, durante la notte suo figlio intimava il suo animaletto di pezza con frasi quali “Non lo fare più. Hai capito? Non te lo dico più. In castigo subito. Vai a riflettere seduto lì. E basta”.

Gli abusi subiti dai ragazzini sono stati filmati da telecamere nascoste, posizionate nell’aula dal corpo della Polizia di Fabriano e ora si aspettano nuovi sviluppi. L’unica speranza dei genitori, probabilmente, è quella che la donna possa essere allontanata definitivamente da qualsiasi ambito scolastico, così da non poter più essere un ostacolo alla crescita felice dei bambini.

[fonti articolo: ilmessaggero.it, iltirreno.gelocal.it, tgcom24.mediaset.it, lapresse.it]

[foto: fanpage.it]

Loading...

Vi consigliamo anche

Modello domanda disoccupazione
Attualità

Modello domanda disoccupazione

Alessandro Crupi - 17 febbraio 2019
Investire con tassi bassi: come fare?
Attualità

Investire con tassi bassi: come fare?

Alessandro Crupi - 15 febbraio 2019
Portale Argo Scuola: come funziona
Altro

Portale Argo Scuola: come funziona

Martina Manoni - 13 febbraio 2019