0 Condivisioni 318 Leggi tutti gli articoli

Una gustosa carrellata su tutte le bufale mediatiche di questo 2016.

LaRedazione - 31 dicembre 2016
LaRedazione
31 dicembre 2016
318 Leggi tutti gli articoli
Una gustosa carrellata su tutte le bufale mediatiche di questo 2016.

Se nei romanzi dello scrittore di fantascienza Philip K. Dick la realtà poteva essere manipolata aprendo scenari apocalittici, nella moderna era internettiana è diventato quasi “normale” che una notizia clamorosamente falsa possa diventare reale. E in questo 2016 che sta per terminare, si sono sviluppate una serie di bufale mediatiche che molti hanno ritenuto vere e che, invece, sono state create ad hoc.

E’ il caso di Agnese Renzi, moglie dell’ex Premier: durante la campagna del Referendum Costituzionale avrebbe dichiarato di votare NO. Una sorta di “outing politico”, il suo, che avrebbe compiuto ai danni del marito, ma che non è stato mai confermato dalla diretta interessata. E sempre sul Referendum cosa dire di Vladimir Putin e della sua presunta dichiarazione, in caso di vittoria del SI, di “enorme ripercussioni verso l’Italia”? Possiamo dormire sogni tranquilli perché, non solo i rapporti con la Russia resteranno pacifici, ma se anche avesse vinto il SI non sarebbe successo nulla.

Purtroppo, però, molte persone hanno creduto a questo tipo di affermazioni e se, nei casi citati sopra ci si può lasciar andare a un sorriso, tutto cambia quando la bufala si occupa di fenomeni complessi come il terrorismo internazionale. Dopo i fatti di Bruxelles dello scorso marzo, infatti, molti siti avevano diffuso un video in cui si vedevano i presunti attentatori. In realtà le immagini facevano riferimento a un altro eccidio, avvenuto a Mosca nel 2011, ma perché, opinionisti ed esperti di geopolitica, l’hanno commentato come se fosse vero?

Il punto è che nell’era informatica basta poco per agevolare la diffusione di notizie false seminando l’odio e il rancore. E’ il caso, per ritornare ai problemi di “casa nostra”, dei 35 euro che i clandestini riceverebbero dal Governo. Non solo si tratta di una colossale bugia ma essa è stata alimentata dai soliti siti strappa-click per incrementare il disagio sociale tra poveri.

Anche un sisma, come quello che lo scorso agosto ha colpito l’Italia centrale, può incrementare “l’allarme” bufala. Su Facebook molti utenti, divenuti esperti sismologi, hanno diffuso la notizia che il Governo avrebbe ridotto la magnitudo del terremoto per evitare di pagare i danni ai terremotati.

E cosa dire di Massimo Boldi? E’ stato veramente scritturato per un film sulla vita di Silvio Berlusconi? E degli incidenti d’auto causati dai distratti giocatori di “Pokemon Go“, troppo presi dalla cattura delle celebri creature Nintendo per accorgersi di quanto avveniva in strada? Naturalmente tutto falso. Insomma, questo 2016 non è stato affatto avaro di bufale, anzi, e a noi non resta che aspettare l’anno nuovo e prepararci alle prossime notizie false ma vere che sul web faranno indignare i soliti indignati complottisti.

[Foto: In Terris]

Loading...

Vi consigliamo anche

Modello domanda disoccupazione
Attualità

Modello domanda disoccupazione

Alessandro Crupi - 17 febbraio 2019
Investire con tassi bassi: come fare?
Attualità

Investire con tassi bassi: come fare?

Alessandro Crupi - 15 febbraio 2019
Portale Argo Scuola: come funziona
Altro

Portale Argo Scuola: come funziona

Martina Manoni - 13 febbraio 2019