0 Condivisioni 408 Leggi tutti gli articoli

Benigni: l’ultimo atto dell’Inferno dantesco si consuma in piazza!

dgmag - 11 giugno 2013
dgmag
11 giugno 2013
408 Leggi tutti gli articoli

Roberto Benigni non si è tirato giù di morale visto il fallimento di “Tutto Dante” che ha portato inTV appena il 4% di share. È deciso a concludere il suo Inferno dantesco, infatti sarà ancora in piazza Santa Croce, nella sua Firenze, dal 20 luglio al 6 agosto, con 6000 spettatori a sera.

Benigni: atto dell’Inferno

A differenza dell’ultima volta non ha voluto far aspettare la bellezza di sei anni tra un appuntamento e l’altro: “Dobbiamo concludere l’Inferno e abbiamo deciso di farlo subito, senza far passare anni”. Secondo il comico toscano, gli ultimi canti sono quelli più spettacolari ed imperdibili, e lui saprà certamente valorizzarli ancor di più.

Al centro dello show non ci saranno solamente i dodici canti, ma anche la giusta quota di satira politica: “Sapete che con Berlusconi ho avuto un rapporto bellissimo; un odio platonico!”. Non si risparmierà nemmeno sui commenti al sindaco della città fiorentina: Matteo Renzi. “Ha perso le primarie per non mancare al mio spettacolo!”.

Le novità

L’appuntamento con Benigni non si esaurisce qui. Infatti si dice che tra gli spettatori in piazza ci sarà anche Dan Brown che, forse, tornerà alla carica per proporre ancora all’attore una partecipazione al suo prossimo film basato sul suo libro “Inferno”, che già sta godendo di un record di vendite incredibile!

“Spero che Dan venga ad una delle mie serate: i nostri staff si sono sentiti, avremo un incontro”. Benigni sembra proprio onorato dalla proposta fatta dallo scrittore. Certo, prima di accettarla dovrà leggere il libro! Ma già il titolo sembra elettrizzarlo. Si è mostrato molto curioso per quanto riguarda la trama intrecciata con i temi trattati nella Divina Commedia.

Il progetto di Benigni per ora è un altro: quello di portare in televisione, come per la prima cantica di Dante, anche i Dieci comandamenti. È fiducioso nel successo del programma: “A differenza dei canti danteschi, questi almeno li conoscono tutti!”

Lea Stazi

Loading...

Vi consigliamo anche