0 Condivisioni 405 Leggi tutti gli articoli

Roberto Benigni diffida il programma Report

Emanuele Calderone - 18 aprile 2017
Emanuele Calderone
18 aprile 2017
405 Leggi tutti gli articoli
Benigni diffida Report

Se c’è un nome nel panorama cinematografico italiano odierno che può godere di fama mondiale, quel nome è sicuramente Roberto Benigni. Ammirato in Italia e all’estero per il grande lavoro di satira politica fatta a cavallo tra anni 80 e 90, osannato dalla critica per le sue performance al cinema (su tutte il doppio Oscar per “La vita è bella”), Benigni ha goduto per molti anni di una sorta di alone di intoccabilità.

Il suo nome è tornato alla ribalta delle cronache proprio in questi ultimi giorni, ma per differenti ragioni: il programma RAI “Report” ha infatti deciso di indagare su un investimento fatto dall’attore, di ben 16 milioni di euro, con i quali avrebbe dovuto dare nuovo lustro agli studi cinematografici di Papigno: nelle sue intenzioni, infatti, il centro avrebbe potuto far concorrenza diretta a Cinecittà, culla della cinematografia italiana e mondiale.

Nel corso del tempo però, anche a causa dei flop de “La tigre e la neve” e di “Pinocchio”, il grande attore e la moglie hanno deciso di vendere le loro quote a Cinecittà: il problema è che ad oggi gli studi romani hanno accumulato milioni e milioni di debiti.

Insomma, una situazione davvero poco chiara, resa ancor più tesa dalla volontà di Benigni di diffidare il programma; il programma contesta, difatti, anche la questione riguardante la statalizzazione di Cinecittà e dunque secondo loro anche i contribuenti dovranno pagare i debiti che Benigni avrebbe “venduto” agli investitori.

Come andrà a finire la querelle non ci è dato saperlo, speriamo solo che Benigni possa in qualche modo dimostrare di essere estraneo a qualsiasi tipo di azione poco chiara (e siamo certi della sua buona fede), ma speriamo anche che, allo stesso tempo, Report possa continuare a fare servizi di pubblica utilità come questo.

[fonti articolo: huffingtonpost.it, ilfattoquotidiano.it, investireoggi.it]

[foto: investireoggi.it]

Loading...

Vi consigliamo anche