0 Condivisioni 679 Leggi tutti gli articoli

Serie TV: la NBC cancella Timeless, anzi invece no

Teresa Soldani - 15 maggio 2017
Teresa Soldani
15 maggio 2017
679 Leggi tutti gli articoli

La vera sorpresa di questi movimentati giorni, in attesa che tutti i network annuncino il palinsesto finale per la prossima stagione TV, è stata sicuramente la cancellazione e il successivo rinnovo di Timeless. Il primo a dare la notizia che la ABC era tornata sulle sue decisioni di cancellare la serie, è stato il protagonista Matt Lanter tramite un video postato sul suo profilo Facebook, che l’attore ha girato come se a dare l’annuncio fosse il suo personaggio Wyatt Logan.

Solo quattro giorni prima di annunciare il rinnovo serie, la NBC aveva deciso di non dare allo show una seconda stagione e sia Eric Kripke che Shawn Ryan, co-creatori dello show, avevano twittato il loro sforzo di trovare un’altra casa per Timeless. La versione ufficiale del network è che, subito dopo aver annunciato l’addio allo show, la dirigenza si sarebbe resa conto dello scontento dei fan e abbia fatto in modo salvare la serie. Un rappresentante del network avrebbe dichiarato a TVLine:
Abbiamo ascoltato i fan e non volevamo essere dalla parte sbagliata della storia“.

ARGOMENTI CORRELATI – Serie TV: le prime cancellazioni in vista degli Upfront

Anche Eric Kripke si è fatto sentire dal suo profilo Twitter e ha ringraziato i fan per l’opportunità di una seconda stagione che avrà 10 episodi:
Il #TimeTeam è tornato indietro di 3 giorni e ha cambiato la storia. La NBC ci ha rinnovato per 10 episodi che andranno in onda la prossima estate“, aggiungendo in un secondo cinguettio:
Quindi grazie alla NBC per il suo supporto e GRAZIE ai fan per il loro. E’ una delle ragioni PRINCIPALI per cui siamo tornati. Ha funzionato ragazzi!

La seconda stagione della serie dovrebbe tornare sugli schermi americani nella primavera del 2018, così come preannunciato da Shawn Ryan su Twitter:
Girano molte speculazioni. All’inizio si parlava dell’estate del 2018 ora potremmo tornare in primavera. Chi lo sa? Sappiate solo che siamo tornati!

La decisione del network di cancellare e poi salvare la serie non ha moltissimi precedenti in televisione e, dopo le prime entusiaste reazioni, ha cominciato a girare la voce che la decisione del network sia stata in realtà una trovata pubblicitaria, voci a cui il presidente della NBC ha fatto riferimento rilasciando questa dichiarazione ufficiale:

Mi piacerebbe fossimo stati così intelligenti, non faremmo mai una cosa del genere ai creatori di uno show. Non è quello che è successo. Queste negoziazioni sono molto complesse. E’ andata come è andata“.

E come sarebbe andata?

Noi tutti amavamo lo show dal punto di vista creativo, ma a causa dai rating abbiamo deciso di cancellarlo. E poi ci siamo svegliati la mattina dopo e abbiamo sentito della reazione oltraggiata dei fan e abbiamo deciso di incontrarci con i nostri partner della Sony [Timeless è prodotto appunto dalla Sony], e son lieto di dire che siamo riusciti a trovare un accordo per farlo tornare, è uno show prodotto straordinariamente bene e siamo lieti che sia tornato“.

Ora, per quanto sia assolutamente plausibile che il network non sia arrivato all’estremo di inventare una simile trovata pubblicitaria per una serie su cui aveva puntato ed investito molto, con scarsi risultati, è anche difficile credere che si sia tornati sulla decisione di far tornare in onda la serie solo per la forte reazione dei fan. A prescindere da ciò che gli appassionati di serie TV credono, purtroppo il peso dei fan di una serie non pesa così tanto sul destino di uno show, non se gli ascolti continuano ad essere bassi ed il ritorno economico per il network è scarso. Per quanto gratificante, la dichiarazione di Greenblatt va guardata quindi con un certo sospetto. La verità probabilmente sta nel mezzo: è plausibile che gli accordi con la Sony fossero giunti ad una posizione di stallo e che la NBC abbia quindi deciso di prendere la drastica decisione di cancellare la serie, scelta che avrà forse portato tutte le parti in causa a più miti consigli, permettendo loro di sedersi nuovamente al tavolo delle trattative e dare una seconda possibilità alla serie, rinnovandola per 10 episodi. Sebbene quindi la cancellazione non sia stata propriamente “un trucco” per farsi pubblicità, è plausibile che lo sia stato quanto meno per poter riaprire le trattative che erano giunte ad un punto morto tra network e studio.

 

Loading...

Vi consigliamo anche