0 Shares 350 Views

Morti in Siria, esplode deposito

LaRedazione - 13 agosto 2018
LaRedazione
13 agosto 2018
350 Views
Morti in Siria

Ancora tanti morti in Siria. Non si contano più le vittime in questo luogo dove continuano a registrarsi episodi di tale portata.

Morti in Siria, i particolari

E’ di 69 morti in Siria il bilancio provvisorio dell’esplosione che si è registrata nelle ultime ore. Una terribile esplosione quella che si è verificata a Sarmarda, in provincia di Idlib. Ad esplodere è stato un deposito di armi nel nord-ovest della Siria. Diverse le palazzine che si trovavano nelle vicinanze e che si sono letteralmente sbriciolate.

I primi dati che arrivano sono inquietanti e parlano di almeno 17 bambini e di altri 35 civili tra le vittime. Le prime notizie sono state fornite dall’Osservatorio siriano per i Diritti umani (Ondus) citato da media, fra cui Al Jazeera. Nel frattempo continuano le operazioni di soccorso con i volontari ed il personale specializzato che sta scavando sotto le macerie. 

Altre morti, quindi, a causa della guerra.

Le testimonianze

Emergono particolari in merito ai morti in Siria. “Le operazioni di soccorso continuano”, ha detto il capo dell’Ondus, Rami Abdel Rahman. A causare l’esplosione, secondo le prime ricostruzioni, è stata una santabarbara, custodita nello scantinato di una grande palazzina. 

17 i membri di Hayat Tahrir al-Sham (Hts), un’alleanza fondamentalista guidata dagli ex qaedisti di Al-Nusra tra i morti. Ad affermarlo l’Ong, che ha base in Gran Bretagna. Le altre vittime, invece, erano i civili per lo più familiari dei militanti. Erano stati trasferiti dalla provincia centrale di Homs, tornata sotto il controllo governativo, dopo aver concordato la resa con il regime.

[Foto: Ansa]

Loading...

Vi consigliamo anche