0 Condivisioni 227 Leggi tutti gli articoli

Assicurazione medica Usa: perché è opportuno stipularla?

LaRedazione - 18 febbraio 2019
LaRedazione
18 febbraio 2019
227 Leggi tutti gli articoli
Assicurazione medica Usa

Negli Stati Uniti il sistema sanitario è decisamente diverso da quello italiano: una prerogativa che è indispensabile tenere a mente nel caso in cui si abbia intenzione di organizzare un viaggio Oltreoceano, anche per evitare di ritrovarsi alle prese con spese impreviste. In particolare, per avere la certezza di accedere a cure mediche di cui si potrebbe avere bisogno è indispensabile disporre della copertura di una polizza assicurativa. Calcolando il costo per l’assicurazione medica Usa su misura, ci si rende conto con facilità di come sia conveniente ricorrere a una soluzione del genere piuttosto che rischiare di dover sostenere le spese del sistema sanitario americano: anche un infortunio di lieve entità può imporre un esborso nell’ordine delle migliaia di dollari.

Nessun obbligo

Vale la pena mettere in evidenza che non esiste alcun obbligo che imponga di sottoscrivere un’assicurazione di questo tipo: se lo si fa è unicamente per una questione di precauzione. Scegliendo bene, il costo assicurazione Usa è decisamente basso, ed è consigliabile non rischiare di rovinarsi un viaggio per le conseguenze economiche di una banale influenza o di una ferita insignificante.

Il mercato mette a disposizione un vasto assortimento di compagnie assicurative tra cui scegliere: gli esperti raccomandano di optare per le società che prevedono che le spese mediche siano direttamente pagate agli ospedali. Ovviamente, le spese non sono pagate se riguardano problemi dovuti a condizioni preesistenti: non sono coperti, infatti, gli eventi conseguenti a patologie che erano già in essere nel momento in cui il contratto è stato firmato.

Perché conviene assicurarsi

Se è vero che l’assicurazione per un viaggio negli Usa non è obbligatoria, è pur vero che il nostro sistema sanitario non prevede alcuna copertura per le spese correlate a ricoveri avvenuti in America, neppure nel caso in cui si debba far ricorso alle cure di un pronto soccorso. Quindi, chi è costretto ad andare in ospedale negli Usa, anche per un avvenimento banale, se non è assicurato si ritrova alle prese con un conto molto salato. Il pagamento diretto è un’opzione che è opportuno scegliere perché consente di non anticipare il denaro dovuto di tasca propria. Con questo metodo, le fatture dell’ospedale sono pagate direttamente dalla compagnia assicurativa; in caso contrario, il viaggiatore deve pagare in prima persona e poi chiedere il rimborso. Chiaramente, se le spese sono molto alte, questo può essere un inconveniente di non poco conto.

Le polizze annuali

Quando si ha in programma un viaggio di lunga durata negli Usa non ci si può avvalere di una polizza annuale ma occorre scegliere una polizza di lungo periodo. A differenza di quel che il suo nome lascia intuire, infatti, una polizza annuale non dura per 365 giorni consecutivi.

Infatti, è valida per tutto un anno solo per viaggi che durano meno di 30 giorni (in altre parole, con questa polizza si è coperti per tutti i viaggi effettuati nel corso dei 365 giorni successivi alla data della stipula, ma solo se non durano più di un mese).

La polizza di annullamento

Quando si tiene conto del costo assicurazione Usa è bene pensare anche alla polizza di annullamento. L’annullamento del biglietto e il cambio delle date sono previsti molto raramente, anche perché quasi sempre si sceglie di viaggiare in classe economica. Con la polizza di annullamento, invece, si ha diritto a essere rimborsati nel caso in cui si sia costretti a cancellare il viaggio.

medicaNeppure i pacchetti all inclusive, in genere, mettono a disposizione la possibilità di procedere a un annullamento. La polizza in questione permette di usufruire del risarcimento delle spese già sostenute, ovviamente solo se l’annullamento è dovuto a motivi seri. 

Loading...

Vi consigliamo anche