0 Shares 151 Views
00:00:00
25 Sep

Gli italiani prenotano last-minute e cancellano le prenotazioni

Alessandro Crupi - 12 settembre 2018
Alessandro Crupi
12 settembre 2018
151 Views
Vacanze-prenotazioni

Il mondo è bello perchè è vario. Il famoso detto si accosta perfettamente anche al tipo di atteggiamento tenuto dai cittadini dei vari Stati del mondo nei confronti del turismo e, in particolare, delle prenotazioni dei viaggi.

Prenotazioni delle vacanze con grande anticipo e prenotazioni last minute

Un modo di fare e di essere della gente nelle prenotazioni delle vacanze che interessa moltissimo chi si occupa del settore turistico.

E, così, secondo uno studio effettuato dal motore di ricerca per case vacanze Holidu, mentre il tedesco medio pianifica con notevole anticipo le proprie ferie, il brasiliano è il re delle prenotazioni last minute. In questo caso, però, solo il 30% di esse viene confermato.

L’indagine compiuta ha identificato in Olanda, Svizzera e Germania i Paesi in cui si prenota la vacanza prima di tutti gli altri. Mediamente il tutto avviene 77 giorni di anticipo rispetto alla partenza. A seguire ci sono Austria e Stati Uniti, rispettivamente con 75 e 68 giornate di anticipo.

Dati che trasformano un luogo comune in una realtà concreta: ovvero il senso di organizzazione che caratterizza i cittadini di lingua tedesca rispetto a tutti gli altri. Dietro il blocco teutonico, spiccano i territori anglosassoni come Regno Unito e Irlanda, la cui popolazione prenota con una media di 67 giorni di anticipo.

A distanza di due giorni (65) c’è il Belgio e, a 60, la Francia. Poi il gruppo cosiddetto nordico, cioè gli Stati della penisola scandinava. Svezia e Norvegia, infatti, sono fermi rispettivamente a quota 62 e 57. Chiudono la classifica i Paesi del centro-sud del mondo, quelli dove il clima è più caldo.

Anche qui si sfata un luogo comune che si converte in stato di fatto. Gli italiani, in media, prenotano le loro vacanze 52 giorni prima di partire. Le ultime tre posizioni sono appannaggio di Portogallo (44 giorni), Brasile (42) e Spagna (40).

I brasiliani cancellano di più le proprie vacanze

Questa graduatoria viene stravolta se viene usato come elemento di valutazione la cancellazione dei viaggi dopo la prenotazione. Infatti, chi programma con maggiore anticipo è anche colui che, solitamente, non disdice.

E la dimostrazione, sempre secondo la ricerca di Holidu, viene dal fatto che ai primi posti si attestano Brasile, Italia e Portogallo. Si tratta di Paesi che come non brillano per particolare celerità nel prenotare.

I carioca battono tutti con il 70% degli itinerari cancellati, l’Italia è seconda con il 46%, il Portogallo segue con il 45%.

E poi, in successione:

  • Stati Uniti 44%
  • Polonia 41%
  • Spagna 39%
  • Svezia 39%
  • Regno Unito 30%
  • Belgio 29%
  • Austria 27%
  • Norvegia 27%
  • Francia 26%
  • Danimarca 24%
  • Svizzera 23 %
  • Olanda 23%
  • Germania 21%.

 

Holidu

Holidu prenotazioni

In generale una prenotazione fatta per tempo ha tanti vantaggi. Tra questi figurano soprattutto l’abbassamento dei costi, maggiori opportunità di scelta e meno imprevisti. Preferibile, quindi, organizzare la vacanza diverso tempo prima del previsto.

 

Negli Stati più caldi si registra il maggior numero di cancellazioni alle prenotazioni delle vacanze

Lo smartphone strumento sempre più utilizzato per le prenotazioni e le cancellazioni delle vacanze

Per quanto riguarda le modalità di cancellazione delle prenotazioni delle vacanze, queste avvengono sia tramite smartphone sia attraverso il computer. Cresce, comunque, la diffusione dell’uso del proprio cellulare per la valutazione delle offerte.

Vacanze-prenotazioni

Prenotazioni delle vacanze

Tanto che le nazioni in cui si annullano maggiormente le prenotazioni sono anche quelle in cui si preferisce disdire via smartphone. Così troviamo in cima alla classifica nuovamente il Brasile con il 73% di cancellazioni effettuate dal cellulare, l’Italia e il Portogallo con oltre il 51%.

 

Paesi nordici e Germania, invece, annullano sia dal pc che dallo smartphone con una media del 30% circa per ogni strumento utilizzato ad ogni Stato.

La differenza di modalità si riscontra invece in modo tangibile in Belgio, Regno Unito, Portogallo e Francia. In questo caso il cellulare è il mezzo più comune per cancellare le prenotazioni con, rispettivamente, una differenza del 16% e del 10% di inglesi, portoghesi e francesi.

Diverse e variegate le modalità di cancellazione

Più in generale le modalità di cancellazione variano tra i siti di prenotazione e secondo le esigenze dei proprietari delle abitazioni. Si passa, infatti, dal pagamento dell’importo complessivo dell’alloggio entro due mesi dalla partenza fino all’annullamento gratuito tre giorni prima del viaggio.

C’è poi la possibilità di prenotare direttamente oppure di lanciare la prenotazione sul sito e di dover attendere la conferma del proprietario.

“Le policy di cancellazione nel mercato delle case vacanza sono gestite in modo molto diverso”, afferma Johannes Siebers, CEO e co-fondatore, assieme al fratello, di Holidu, il motore di ricerca che confronta milioni di case vacanza di numerosi fornitori riflettendo l’offerta di mercato.

“La mancanza di uniformità confonde i viaggiatori. Non solo i costi di cancellazione variano, ma anche la chiarezza da parte dei vari siti”, spiega Siebers.

Holidu cancellazioni

Holidu

Con Holidu si prenota istantaneamente

Non di rado le prenotazioni vengono rifiutate dai proprietari delle case o dai siti. “La quota di prenotazioni rifiutate da parte degli offerenti è purtroppo ancora incredibilmente alta nel mercato delle case vacanza.

Questo perché il mercato non è ancora completamente online”, aggiunge Siebers. Ed è per questa ragione che il nostro portale offre visibilità ad un ampio ventaglio di case che si possono prenotare subito. “Siamo in grado – sottolinea ancora Siebers – di offrire ai nostri clienti la più ampia gamma di case vacanza con alloggi prenotabili immediatamente in tutto il mondo.

Basta attivare il filtro corrispondente sul nostro sito web in modo da suggerire solo case vacanza, che non hanno bisogno di conferma da parte del proprietario”.

I dati utilizzati nello studio sono stati raccolti dal database di Holidu tra gennaio 2017 e luglio 2018 considerando le prenotazioni effettuate e annullate in qualsiasi momento durante questo periodo.

[Immagini: www.holidu.it]

Loading...

Vi consigliamo anche