0 Condivisioni 493 Leggi tutti gli articoli

La Maddalena: il paradiso nel Mediterraneo sulle coste della Sardegna

LaRedazione - 18 ottobre 2018
LaRedazione
18 ottobre 2018
493 Leggi tutti gli articoli
La Maddalena Sardegna

Sono circa 60 gli isolotti che compongono la costellazione del Parco Nazionale di La Maddalena, tenendo conto anche degli spuntoni minori: 7 sono, invece, le isole più importanti, e cioè La Maddalena, Razzoli, Budelli, Spargi, Santa Maria, Santo Stefano e Caprera. Solo chi non ha mai avuto l’opportunità di osservare questo paesaggio da vicino fatica a comprendere la magia di uno scenario suggestivo, caratterizzato dalla presenza della macchia mediterranea che si avverte non solo a livello visivo, ma anche con i suoi profumi unici. La natura è ancora incontaminata, non danneggiata dall’uomo, mentre le acque turchesi del mare regalano trasparenze indimenticabili: la punta estrema della Sardegna settentrionale è paragonabile a un’oasi che permette di dimenticare tutto ciò che di brutto c’è nel mondo.

Di fronte all’isola di Spargi e alla Maddalena, sulla costa settentrionale della Sardegna, suggeriamo di soggiornare preso l’iGV Club Santa Clara, una struttura turistica del tour operator iGrandiViaggi immerso in un  paesaggio di rara bellezza. Ciò che contraddistingue questo club è l’impatto zero sull’ambiente, insieme con la varietà di servizi messi a disposizione della clientela: un ristorante articolato su due piani, uno young club, due piscine collegate da una cascata, il servizio pediatrico ambulatoriale, una galleria d’arte, un anfiteatro, una nursery, un piano bar e perfino un cinema.

La Maddalena

La più grande di tutte le isole dell’arcipelago è La Maddalena, dove è presente anche il centro abitato più importante. Fondato due secoli e mezzo fa, è un tipico borgo di pescatori contraddistinto da vicoli e vie strette che si intrecciano tra loro fino a Cala Gavetta, il porto turistico. Non mancano boutique, ristoranti e palazzi storici, per assecondare i gusti di chi vuol dedicarsi allo shopping o conoscere i sapori della cucina locale, ma anche per soddisfare le esigenze di coloro che desiderano saperne di più a proposito del passato di questa isola.

Caprera

A est, La Maddalena si riflette in Caprera, che può essere considerata la sua isola gemella: un’altra location che sbalordisce sia per il suo notevole valore storico che per il suo pregio naturalistico. Qui, come noto, Giuseppe Garibaldi ha trascorso gli ultimi due decenni e mezzo della propria esistenza, e a ricordarlo è anche il Compendio Garibaldino, che accoglie la tomba di colui che è stato ribattezzato l’Eroe dei Due Mondi. Vale la pena di usufruire anche del percorso multimediale del Memoriale Giuseppe Garibaldi, incentrato sulla vita e sulle imprese di colui che ha contribuito a unire il nostro Paese. Tra un tuffo e una nuotata, ogni tanto è utile anche ristorare la mente.

Dove prendere la tintarella a La Maddalena

L’isola di La Maddalena si caratterizza per un perimetro complessivo di 45 chilometri, costellati di paesaggi unici e spiagge da cartolina. Qualche nome tra gli altri: Punta Tegge, Cala Spalmatore e Cala Lunga, giusto per menzionare i lidi più famosi, ma è bene godersi anche la bellezza di Bassa Trinita. Il riconoscimento delle Bandiere Blu costituisce una dimostrazione ulteriore del pregio di tali location. Cala Napoletana è, invece, il punto di riferimento per i turisti che prediligono l’isola di Caprera; la Spiaggia dei Due Mari e la Spiaggia del Relitto sono i siti più suggestivi.

Le altre isole dell’arcipelago

Anche le isole minori dell’arcipelago sono degne di attenzione e di curiosità: sull’isola di Spargi, per esempio, ci sono le spiagge di Cala Granara, di Cala Soraja e di Cala Corsara. Quel che colpisce i visitatori, però, è la presenza di rocce dalle forme a dir poco strane. Nel corso dei millenni, infatti, il vento le ha scolpite facendole diventare quasi antropomorfe. Così, oltre alla roccia che sembra riprodurre il profilo del territorio italiano, ce n’è anche una con la forma di un bulldog, anche se quella che sorprende di più per la somiglianza incredibile è la roccia il cui profilo richiama quello di una strega. La magia dell’arcipelago de La Maddalena sta anche in questi dettagli.

Loading...

Vi consigliamo anche