0 Shares 92 Views

Visitare Bastia, un viaggio unico tra storia e street art

LaRedazione - 8 novembre 2018
LaRedazione
8 novembre 2018
92 Views
Visitare Bastia

Bastia è una città francese che conta oltre 44 mila abitanti e che fa parte della prefettura del dipartimento dell’Alta Corsica. Rappresenta il principale porto, centro commerciale e industriale dell’isola e prende il nomeviaggiviaggi dalla fortezza fondata nel 1378 dal Governatore genovese Leonello Lomellini per difendere la città dagli attacchi del conte Arrigo della Rocca.

La città è uno splendido luogo in cui trascorrere delle vacanze o anche solo un week end, alla scoperta della sua storia e della street art che la contraddistingue. Di seguito è riportato un itinerario che può essere percorso anche a piedi e che permette di scoprire la città dalla grande piazza Saint-Nicolas fino alla Cittadella.

Bastia è il riferimento per quanto concerne gli arrivi e le partenze dall’isola, grazie alla presenza del porto, che vede transitare ogni giorno innumerevoli traghetti per la Corsica, che fungono da principale mezzo utilizzato dai viaggiatori per i collegamenti dall’Italia. Uno dei punti di riferimento per il settore del trasporto persone via mare è senza alcun dubbio Moby, che mette a disposizione ogni giorno traghetti veloci e confortevoli con corse diurne e notturne, che permettono di viaggiare con i migliori servizi a bordo e tanto divertimento anche per i bambini.

Arrivati nella stupenda Bastia la prima tappa di questo itinerario alla scoperta della città ci porta a Place Saint-Nicolas, la piazza principale. Imponente nella sua conformazione, grazie ai suoi 280 metri di lunghezza e 80 metri di larghezza, misure che la rendono una delle più grandi dell’intera Francia.

Un’area esclusivamente pedonale, circondata da alberi e tanti storici locali dove mangiare, e in cui è presente anche il Palazzo del Turismo, mentre al centro troviamo la statua dedicata a Napoleone. Nella parte alta della piazza è presente anche una vecchia cabina telefonica colorata con all’interno alcuni libri, un progetto di book crossing i cui volumi sono a disposizione di tutti.

La seconda tappa di questo itinerario prevede la visita alla Confraternita dell’Immacolata Concezione, una struttura dall’esterno molto semplice ma che presenta un decoro a forma di sole sul marciapiede, realizzato con sassi di forme e colori diversi.

A pochi passi dalla piccola chiesa è presente anche una piazzetta Rue Napolèon in cui si trovano tante opere realizzate da diversi artisti, una sorta di street art che dona un deciso tocco di colore alla città.

La chiesa di San Giovanni Battista è la più grande dell’isola, si affaccia sulla piazza del Mercato, che si anima durante i fine settimana grazie alle innumerevoli bancarelle ricche di prodotti enogastronomici. Una struttura luminosa, ricca di marmo e decorazioni in cui prevalgono i colori bianco e oro.

Uno dei luoghi più spettacolari di Bastia è sicuramente il vecchio porto, di minori dimensioni rispetto a quello commerciale dove arrivano i traghetti, ma insito di una bellezza davvero unica. Un tempo da qui partivano le grandi flotte e navi imperiali, oggi viene utilizzato solo da pescatori locali e privati.

Il tragitto per la città si conclude con la visita alla Cittadella e al Palais Des Gouverneurs, la zona più antica, fatta di vicoletti, scale e antichi edifici, luogo in cui per due anni soggiornò anche Victor Hugo e suo padre. Per accedere alla cittadella bisogna passare sotto la porta Luigi XVI, ristrutturata nel 1775 e che per secoli è stata l’unica via di accesso alla città.

 

Loading...

Vi consigliamo anche